L’odore della neve

L’odore della neve inizio a sentirlo già dalla sera prima, come un leone sente l’odore della preda sopravento.
Lo sento quando inizio a preparare la mia tavola, Harley Quinn [grazie Vitty. ndr], sistemando gli attacchi e corregendo le varie regolazioni.
Mi immagino il suo freddo pungente che mi taglia la pelle e mi entra nel naso già da quando preparo in sequenza tutta l’attrezzatura: gli scarponi nella loro sacca, maschera e guanti nella tasca della sacca degli scarponi, la borraccia incorporata nello zaino, lo zaino stesso, i ricambi se mi inzuppo come spesso accade in snowboard, protezioni per le ginocchia, paraschiena, casco, pantaloni, giacca, portafoglio, cellulare, sigarette (ahhhh una bella sigaretta sulla neve! Il mozzicone rigorasamente nel cestino) e… basta direi!
Vado a letto con la solita agitazione ed euforia che precedono un viaggio o una giornata al di fuori dell’ordinario.
Mi sveglio presto, molto, in quanto bisogna partire presto! Altrimenti non arrivi più.
La colazione deve essere assolutamente abbondante.
Sono le 6 della mattina, andrò a pranzare tardi e mi aspetta una giornata intensa sulla neve.
Scendo in strada e l’odere della neve si insinua sempre di più nella mia mente, aiutato dai -2 gradi che ci sono già in citta.
Anche se questo vuol dire che sarà una giornata calda.
La temperatura del mattino in città è, più o meno, quella del mezzogiorno in montagna e con -2 mentre scii, casomai col sole, fa caldo.
Arriva chi ci porterà sulle piste, carichiamo tutto, pasiamo a prendere gli altri compagni di discesa e via verso le bianche cime innevate!
Parcheggiamo e quì avviene la vestizione.
Una minuziosa preparazione a quello che sarà la giornata delle giornate, in cui i nostri eroi avrano la meglio sulla montagna!
La giornata è perfetta e bellisima, il sole crea quel magico effetto diamantato sulla candida superfice bianca.
La neve è altrettanto meravigliosa, eccezionale!
La montagna non poteva accoglierci in maniera migliore e noi onoreremo questo regalo.
L’approccio alla pista avviene sempre con una certa cautela, come il predatore osserva e studia la sua preda prima di sferrare l’attacco.
Oggi è anche il battesimo della neve per la mia Harley Quinn, chissà come si comporterà?
Spero solo che con il comportamento di questo personaggio non abbia troppe affinità con quello della mia tavola.
Allora incominciamo.
Ad ogni tavola bisogna dare un verso e battezzare quale piede stia avanti e quale dietro.
Dovrei già saperlo non essendo un principiante, ma cazzo, propio non me lo ricordo.
Ho comunque deciso nei settaggi di essere, come si dice in gergo, “sinistro avanti”.
Quindi allaccio gli attacchi e si parte.
Cazzo, o in nove mesi mi sono scordato come si snowborda o c’è qualcosa che non va…
Porca miseria, sono “DESTRO AVANTI”!
Direzione della tavola cannata in pieno!
Poco male, sistemiamo gli attacchi e aggiustiamo un po’ la situazione anche se il verso della tavola non sarà quello ottimale.
Lei invece si dimostra sin da subito una compagna eccezionale che fa tutto quello che voglio, quasi ancor prima che glielo comunico, in maniera veloce e precisa.
All’inizio ne sono quasi sorpreso e scopro che devo farci l’abitudine a questa sua reattività istantanea ai miei comendi.
Ma già l’adoro.
Sono nel “verso” non giusto e va comunque da Dio!
La giornata è un susseguirsi di salti, trick e megacurvoni alla velocità della luce.
Sì è anche velocissima!
Riesco ad essere al pari di molti sciatori che, notoriamente, sono più veloci.
A metà giornata ormai il feeling è assoluto e manca solo l’ultimo test, il fuoripista!
Il campo di prova sarà quel lungo sentiero, composto da una decina di tornanti, che, in lieve pendenza, congiunge due piste.
Ovviamnte io, invece di seguirlo, lo taglierò, passando nei tratti di neve fresca fra una curva e laltra.
Come speravo la cigliegina sulla torta arriva e la velocità di esecuzione di Harley si conferma anche sul terreno più difficile!
L’unione è consolidata e lei di fatto è LA MIA tavola!
[E io il suo Joker, non mi odiare Vitty. ndr]
Qualche incidente di percorso c’è stato, ovvio, ma tra la mia preparazione atletica che non è delle migliori e le gambe che a fine giornata cedono, l’avere la neve anche dentro alle mutande è normale.
Come ogni guerriero della neve riconosco quando è l’ora di fermarsi dopo un gran finale in fuoripista, documentato anche in video dai compagni d’avventura.
Rimangono solo poche cose da fare: bombardino, sigaretta e relax su di uno sdraio messo lì per prendere un sole che si è già nascosto dietro le alte cime.
Causa questo ultimo particolare, la reistenza al vento e al freddo non può superare il tempo della sigaretta e mentre aspetto il ritorno dei compagni dall’ultima discesa mi rifugio, per l’appunto, all’interno del rifugio.
Sì, ho smesso prima degli altri, lo ammetto.
Ma che colpa ne ho io se metà delle piste di Sestola sono stradini spaccagambe quasi in piano che per noi snowboarder sono massacranti.
E’ facile per gli sciatori, loro hanno le racchette, per spingersi!
Comunque la giornata è stata epocale e me ne torno a casa soddisfatto, contento e con una nuova fedele compagna in più!
I dolori di cui già sento le avvisaglie saranno il giusto prezzo per tutto questo.
Sono cotto, anzi, lesso e me ne vado a letto con la pancia piena della preda catturata oggi!
Harley Quinn

Una Risposta to “L’odore della neve”

  1. “Lo sento quando inizio a preparare la mia tavola, Harley Quinn [grazie Vitty. ndr]”
    Di nulla tesoro ^^
    “L’unione è consolidata e lei di fatto è LA MIA tavola!
    [E io il suo Joker, non mi odiare Vitty. ndr]”
    Non ti preoccupare, sono ALTRI Joker che mi fanno rabbia😄

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: